PARTECIPAZIONE - Facciamo Banca Etica

Notizie

29 Novembre 2018

Verso l’assemblea dei soci e delle socie di Banca Etica

Le tue idee contano!

Verso l’assemblea dei soci e delle socie di Banca Etica

Caro socio, cara socia

oggi più che mai servono persone che abbiano voglia di impegnarsi - anche in modi innovativi - per continuare a costruire un futuro sostenibile e solidale per l'Italia e per l'Europa.

Tutti e tutte noi che abbiamo scelto la finanza etica crediamo che questa sia uno dei modi in cui possiamo fare la nostra parte per costruire un mondo migliore.

Abbiamo bisogno di confrontarci: per questo vi invitiamo caldamente a segnarvi in agenda di partecipare ​all’Assemblea ​Generale ​di Banca Etica che si terrà il 18 maggio 2019 ​​in contemporanea a Bologna, Bilbao e online per chi preferisce collegarsi e votare da casa.​​

E’ un’assemblea particolarmente importante, perché rinnoviamo il Consiglio di Amministrazione e le altre cariche sociali nell’anno in cui Banca Etica compie 20 anni.

Dal 1999 a oggi siamo cresciuti tanto, ma certo non possiamo adagiarci sugli allori perché il mondo intorno a noi è cambiato e ci pone nuove sfide.

Gli effetti negativi dei cambiamenti climatici sono diventati tangibili anche per i più scettici (tranne Trump ormai li riconoscono tutti); le nuove tecnologie ci hanno aperto possibilità impensabili fino a pochi anni fa, ma hanno anche incrinato i modelli tradizionali di produzione e lavoro; i sistemi di welfare vacillano e ci interrogano su come la finanza etica può rispondere ai bisogni di salute e sicurezza delle persone; la crisi finanziaria iniziata 10 anni fa ha portato la finanza sotto i riflettori senza cambiarne però i dogmi.

Tra gli obiettivi che Banca Etica si era data quando è nata c’era il contagio del sistema finanziario: ebbene oggi tutte le grandi banche si proclamano sostenibili, offrono prodotti green e studiano come misurare il proprio impatto socio-ambientale. Per noi “pionieri” c’è ora la sfida di definire ancora meglio i nostri tratti distintivi per non confonderci nel mare magnum del “greenwashing” più o meno velato.   

Le istituzioni si sono accorte di noi: in Italia dal 2016 abbiamo la prima legge che riconosce la finanza etica, mentre la Commissione UE sta lavorando al primo action plan europeo per la finanza sostenibile.

La gestione dei flussi migratori - insieme al drastico calo della natalità - interroga tutte le democrazie evolute sul bilanciamento tra tutela dei diritti umani e pianificazione strategica di una società del futuro che non potrà che essere multietnica.

Le questioni di genere, lungi dall’essere risolte, hanno conquistato la consapevolezza di gruppi sempre più ampi di persone.

Intanto le guerre non sono scomparse e continuano ad arricchire chi finanzia, produce e vende armi.            

La finanza etica non pretende certo di essere la soluzione a tutte queste complessità, ma sicuramente lavora in tutti questi campi offrendoci l’opportunità di confrontarci sui possibili strumenti concreti per dare un contributo.

Da oggi su queste pagine e nel forum inizia il racconto verso l’assemblea: vi terremo informati con approfondimenti e notizie. Speriamo che partecipiate in tanti e che - in un’epoca di forte polarizzazione dell’opinione pubblica con tante fake news, haters e modalità di comunicazione tagliate con l’accetta dove si può essere solo fan o haters - il nostro forum possa essere un esempio di confronto appassionato, ma sempre rispettoso e aperto all’ascolto di chi la pensa diversamente da noi.

Buona partecipazione!