PARTECIPAZIONE - Facciamo Banca Etica

Notizie

15 Febbraio 2018

GITè raccontato dal Cantiere Assemblee Territoriali

Un percorso per raccontare cosa fa e come si diventa socio attivo di Banca Etica

GITè raccontato dal Cantiere Assemblee Territoriali

Cos’è un GIT? Cosa significa partecipazione alle attività di una Banca?

Questa sono alcune delle domande più frequenti che vengono rivolte ai soci attivi di Banca Etica. Per rispondere a queste domande e per avviare un percorso verso l’assemblea territoriale dei soci delle province di Bari, Barletta, Andria e Trani, il Gruppo di Iniziativa Territoriale (GIT) ha organizzato una giornata speciale, la prima di tre appuntamenti, che ci raccontano nel post seguente.

“Per sensibilizzare le persone socie e renderle più consapevoli delle attività della Banca in vista e preparazione dell'assemblea territoriale, lo scorso 28 gennaio a Putignano abbiamo organizzato una giornata di formazione itinerante presso alcune realtà finanziate dalla Banca, accompagnata dalla visita di alcuni siti di interesse culturale del territorio.

Una giornata piena e intensa che ha visto la partecipazione di 40 persone di cui una decina di già componenti del GIT, una ventina di soci e un'altra decina di curiosi della finanza etica, avvicinati per l'occasione.

La giornata si è svolta in un clima conviviale e di condivisione. 40 persone che si conoscevano appena o non si conoscevano affatto e che dopo 12 ore passate insieme hanno iniziato a conoscersi e a stare bene insieme. Hanno trovato interessi comuni e voglia di impegnarsi e partecipare.

La giornata ha avuto un programma ricco e articolato. In mattinata c'è stata la presentazione della Finanza Etica, della Banca  e di cos’è e cosa fa un GIT.

Nel pomeriggio abbiamo poi toccato il cosiddetto impatto sociale e ambientale della finanza etica, visitando una realtà locale finanziata dalla filiale di Bari di Banca Etica, la  “Biottega” (unione delle parole “biologico” e “bottega”) gestita dalla Cooperativa Una Terra.

La Biottega, che è stato il partner locale con cui è stato organizzato l'evento, ci ha permesso di conoscere una buona prassi di economia sostenibile.

A pranzo ci siamo ritrovati in un’altra bellissima realtà: il ristorante “Chi va piano”, nato per essere - come si legge dalla descrizione sul loro sito - “un posto dove passare il tempo, leggere, chiacchierare, ascoltare musica, bere, mangiare”. E noi siamo lo abbiamo fatto!, approfittando del momento conviviale per approfondire le curiosità delle persone presenti sui temi emersi nella mattinata!.

Ai presenti abbiamo offerto due momenti culturali visitando due siti particolarmente significativi per il territorio:Il Museo Civico Principe Guglielmo Romanazzi Carducci di Santo Mauro e la Grotta del Trullo.

Unire le visite culturali alla visita delle realtà territoriali finanziate a un momento di confronto interno ci ha permesso di rafforzare il nostro senso di appartenenza territoriale, che va ad aggiungersi alla comunanza valoriale e dell’obiettivo di una finanza equa, giusta, trasparente e vicina alle persone che muove tutti noi a partecipare al Gruppo di Iniziativa Territoriale, il “famoso” GIT.

Questo di GITè è un prototipo di iniziativa che abbiamo sperimentato come Cantiere Assemblee Territoriali in maniera molto positiva e che vogliamo diffondere a tutti gli altri GIT della Banca.

Siete curiosi di sapere come procede il percorso verso l’assemblea territoriale? Cosa fanno gli altri cantieri GIT?

Ve lo racconteremo a breve. Restate connessi!