PARTECIPAZIONE - Facciamo Banca Etica

Notizie

13 Dicembre 2017

Il nuovo Comitato Etico di Etica sgr

Il Comitato Etico di Etica Sgr, organo preposto a garantire l’elevato profilo di responsabilità sociale dei fondi e della gestione, si è rinnovato il 1° novembre 2017.

Il nuovo Comitato Etico di Etica sgr

Indipendente ed autonomo, il Comitato Etico è composto da componenti scelti tra personalità di alto profilo morale e di riconosciuta esperienza nel campo del sociale, dell’ambiente, dell’impegno civile, del mondo religioso, dell’università.

La nota di Ugo Biggeri, presidente
Il 4 dicembre si è insediato il Comitato Etico di Etica Sgr e, per l’occasione, ho presenziato con piacere e ne ho ricevuto stimoli importanti che mi sento sollecitato a condividere. La prima considerazione è un apprezzamento generale per il modo in cui il Comitato Etico si inserisce con professionalità nel lavoro di Etica Sgr. L’organo, nominato su indicazione di Banca Etica, svolge un lavoro fondamentale nella selezione dell’universo investibile di Etica Sgr. Si tratta di un lavoro determinante per il nostro business, che prevede scelte specifiche sulle informazioni fornite dalle agenzie specializzate per valutare la responsabilità e la reputazione di imprese e stati.

Grazie a questo lavoro si dà un forte valore aggiunto alle analisi e alle ricerche che portano alla scelta dei titoli in cui investire.

Sono pochissime le società al mondo che si spingono così tanto nel fare ricerca nel campo delle valutazione della responsabilità di impresa: Etica Sgr può contare su un team di analisi e ricerca interna che si avvale di una metodologia proprietaria ed originale di selezione. Il lavoro è completato dal fondamentale supporto del Comitato Etico per le riflessioni, le attenzioni e le verifiche arricchite dalla caratteristica di essere un organo indipendente.

La seconda considerazione è sulla qualità del Comitato Etico. Negli anni i risultati del lavoro di questo organo è cresciuto in efficacia ed autorevolezza.

Oggi le persone che lo compongono sono di livello internazionale, anche in termini di “cittadinanza”, con un membro spagnolo e uno statunitense. Il mix di competenze, di professionalità, di età e di genere aiuta la capacità dialettica e rende il comitato un luogo veramente “libero”.

Le competenze e le professionalità sono indubbie: accademiche, finanziarie, ambientali, sindacali. A queste si aggiungono sensibilità etiche e religiose, esperienze di attivismo sul monitoraggio delle imprese, sui temi della legalità e del contrasto alla criminalità. Una ricchezza che aiuta ad affrontare le contraddizioni del nostro tempo e di tutte le attività economiche: bilanciare la ricerca di impatto positivo per la collettività e per l’ambiente con l’obiettivo di rendimento, stabilità e controllo del rischio degli investimenti.

L’attività del Comitato è analizzare i comportamenti degli Stati o delle imprese.  Questo significa bilanciare con rigore i “punteggi” assegnati alle tante sfaccettature delle responsabilità: al di là delle importanti “esclusioni” (paesi che prevedono la pena di morte, i settori degli armamenti, petrolio, finanza, estrazione…) gli indicatori sono molti e specifici per i diversi settori. Ad esempio si prende in considerazione l’utilizzo dell’acqua, l’uso delle risorse, le sostanze inquinanti, i diritti dei lavoratori, le relazioni con le comunità, la trasparenza, il governo societario… solo per citarne alcuni.

I percorsi di responsabilità non sono brevi e a volte non sono lineari. Tuttavia essere responsabile è una delle strategie più efficaci per indurre cambiamenti di lungo periodo. Lo strumento che usa Etica Sgr è l’engagement al quale si aggiunge, ovviamente, alla scelta dei cittadini responsabili.

Credo che essere responsabili significa essere capaci di dare risposte. Il Comitato Etico di Etica Sgr ha certamente la capacità di formulare domande e cercare risposte. Un aiuto prezioso per l’obiettivo di essere una società di gestione responsabile.

Un grazie sincero e un benvenuto ai nuovi membri: Leonardo Becchetti (Presidente), Laura Berry (Vice Presidente), Cecilia Brighi, Carlos Cordero, Enrico Fontana, Walter Ganapini, Maria Antonietta Intonti, Mikhail Maslennikov, Alessandrea Smerilli.