PARTECIPAZIONE - Facciamo Banca Etica

Notizie

15 Settembre 2017

Al via il cantiere Git

E' iniziato a Bologna il 9 settembre scorso con la domanda "Se il tuo Git fosse un animale, quale sarebbe?". Se ne sono viste delle belle

Al via il cantiere Git

Chi si riconosce in un leone e chi in una formica, chi procede come un orso e chi corre come una gazzella, chi paragona i soci di Banca Etica a un branco di lupi e chi a uno sciame di api e poi c’è chi sente di stare in uno zoo safari.

Con la domanda "Se il tuo Git fosse un animale, quale animale sarebbe?" è iniziato lo scorso 9 settembre a Bologna il Cantiere Git, una delle attività previste dal team partecipazione avviato dal Consiglio di Amministrazione della Banca.
9 rappresentanti dei Git e 4 referenti d’Area si sono incontrati per dare l’avvio ai gruppi che costituiscono un campione ragionato del totale, identificati in base al numero dei soci della circoscrizione di riferimento, alla presenza dei servizi della Banca.

Obiettivo della giornata è stato aprire una riflessione sulla partecipazione dei soci a livello locale, per valorizzare le esperienze significative che si sviluppano sui territori e sperimentare nuove modalità di azione, al fine di rafforzare il legame tra Banca Etica e il territorio.

I soci presenti, facilitati dai responsabili culturali d’Area, si sono divisi in gruppi di lavoro per ragionare sulle seguenti aree di sperimentazione:
1. Partecipazione attraverso i social: come gestire la presenza di Banca Etica sui social?
2. Gestione assemblee territoriali: è possibile sperimentare modalità innovative nella gestione delle assemblee territoriali ?
3. Giovani: come incrementare la presenza di giovani tra i soci della Banca? Come coinvolgere maggiormente i soci giovani nelle attività dei Git?
4. Reti locali: come migliorare la presenza della banca nelle reti locali di soci e clienti? E come fare il contrario?
5. Soci in rete: dai focus fatti sul piano strategico è emersa una richiesta forte da parte di molti di costruire più occasioni di conoscenza e scambio tra i soci - di dare valore alla comunità di Banca Etica. E’ possibile aumentare le occasioni di incontro e scambio tra i soci dei Git?
6. Accoglienza dei nuovi soci: è possibile migliorare le modalità di accoglienza dei nuovi soci ed invitarli a partecipare alla vita della Banca?
7. Percorsi partecipati su temi importanti per la vita della banca: i Git spagnoli stanno sperimentando il coinvolgimento dei soci nella definizione di politiche e prodotti della Banca. E’ possibile fare lo stesso per definire le attività del Git?
8. Gemellaggio tra i Git: è possibile avviare progetti in comune tra Git? Oppure fare in modo che un Git che ha esperienza nel fare certe cose insegni ad un altro a farlo?

Per ciascuna area i gruppi hanno ragionato, fatto riflessioni, portato esempi di buone pratiche, pensato ad attività da sperimentare e, soprattutto, dato la disponibilità a lavorare e a mettersi in gioco.
Ora l’attività continua in ciascuno dei 9 gruppi coinvolti, e - dopo il confronto interno e la raccolta di ulteriori stimoli - si parte con la sperimentazione di nuove attività.

In questa avventura i soci non saranno soli, perché saranno accompagnati e supportati dalla funzione Relazioni Associative e dal team partecipazione. Settembre sarà il mese di progettazione e programmazione delle attività e da ottobre si partirà con la sperimentazione delle prime azioni programmate, fino ad arrivare all’assemblea dei soci 2018, data in cui le attività del cantiere dovranno essere concluse e si presenteranno i risultati di quanto fatto per fare un bilancio di questa esperienza.

Ma noi vogliamo raccontare anche strada facendo, quindi l’invito è a restare connessi, vi terremo aggiornati su quello che si farà e vi mostreremo le foto!