PARTECIPAZIONE - Facciamo Banca Etica

Notizie

10 Maggio 2019

Il nostro impegno per la salvaguardia dei diritti umani

una mozione che sarà presentata dal Consiglio di Amministrazione alla prossima assemblea

Il nostro impegno per la salvaguardia dei diritti umani

Il CDA, consapevole che la salvaguardia dei diritti umani è un tema forte che coinvolge ognuno di noi, presenterà una mozione alla prossima assemblea per condividere con le socie e soci la strategia e l’impegno per la tutela dei diritti delle persone migranti.

Ecco di seguito il testo della mozione su cui le socie e i soci saranno chiamati a esprimere il proprio voto il 18 maggio:

Mozione a sostegno dell’impegno di Banca Etica per la tutela della dignità umana e l’inclusione dei migranti

 Le socie e i soci di Banca Etica, riuniti in assemblea a Bologna e a Bilbao in data 18 maggio 2019, esprimono pieno apprezzamento e supporto alla Banca e alla struttura operativa per l’impegno nell’utilizzo degli strumenti della finanza etica a sostegno dell’attuazione dei principi costituzionali e delle norme internazionali che sanciscono la tutela dei diritti umani; l’uguaglianza di tutte le persone; il diritto a ricevere asilo e protezione da parte di chi rischia la vita nel proprio paese d’origine; il diritto al riconoscimento e alla dignità delle persone e l’accesso alle cure mediche e agli altri servizi essenziali.

Consapevoli che questi principi sono fondativi e da essi traggono ispirazione le attività di Banca Etica, i soci e le socie chiedono al CdA e alla struttura operativa di proseguire con un impegno coerente con i diritti costituzionali ed Europei per la tutela della dignità umana e l’inclusione dei migranti in Italia e in Spagna, anche attraverso:

- la concessione di credito - ove ci siano i presupposti di sostenibilità economica, da ricercare anche attraverso fondi di garanzia - a organizzazioni che si occupano di salvataggio, tutela dei diritti e integrazione sociale e lavorativa dei migranti;

- l’erogazione di servizi finanziari, nel rispetto delle norme vigenti, per l’inclusione finanziaria delle singole persone migranti, rifugiate e richiedenti asilo: apertura di conti correnti; accesso al microcredito;

- il finanziamento al microcredito e ai progetti di cooperazione allo sviluppo nei Paesi di provenienza.